Incontro di ettore e andromaca

by nertiopoPosted on

Pe la lo alizzazio e di Te e, e l ide tità dei Cili i he ve go o ui e zio ati, si veda a he Leaf , nota al verso Il figlio non è un nuovo individuo, distaccato dalla sua origine : è il giovine ramo verdeggiante congiunto al tronco; e il ramo e il tronco sono una cosa sola; e il tronco inorgoglisce di potersi per mezzo del ramo innalzare al di sopra di se stesso. Là Eleno, memore della cara patria distrutta, si era costruita una piccola Troia, dove era un piccolo Simoenta e un pic- colo Xanto; e si entrava nella nuova città anche per le porte Scee. MACA 37 menti, poiché il cuore dell'uomo non cambia in quello che esso à di più fondamentale; o il cambiamento è cosi lento e scarso da sfug- gire alla nostra percezione. Per rassicurare Astianatte dalla fronte r intenerito eroe tosto si tolse 1' elmo, e raggiante sul terren lo pose. È i olt e si gola e he Achille non sia menzio ato t a i o a da ti sg.

Ettore e Andromaca: parafrasi, riassunto e commento

Skip to main content. You're using an out-of-date version of Internet Explorer. By using our site, you agree to our collection of information through the use of cookies.

To learn more, view our Privacy Policy. Log In Sign Up. Riccardo Guiffrey. La richiesta ettore Ettore alle ancelle è espressa in termini insolitamente rigidi, innaturali ed andromaca. La des izio e di ueste azio i ha st etti pa alleli o l Odissea, e. Ugualmente la ri hiesta di u a isposta a u ata è pe lo più tipi a dell Odissea.

U i a s e a dell Iliade 1 Il ve so oi ide ol ve so : l aedo o si p eo upa di va ia e ueste esp essio i pu a e te fu zio ali, p op io o e riutilizzerà anche il verso più avanti, in Kirk incontro. Viene utilizzato anche nel dialetto attico e.

Black modelle

Leaf ad loc. Altrimenti viene associato ad Elena in 3. Queste o side azio i pe etto o di atego izza e questo discorso di Ettore come tipicame te odissei o ello stile Ki k.

Ma solo i pa te, dal momento che anche la richiesta di particolari, di speciali informazioni, è più f e ue te ell Odissea: si veda Quest epiteto av e e potuto esse e utilizzato ui, se o fosse he l Iliade lo ise va a figu e a isto ati he x volte, e. Questa, che è una normale pratica della composizione orale, presta una qualità antifonica, quasi teatrale allo scambio tra i personaggi, scambio che deve ricevere una qualche enfasi in modo tale da giustifi a e l a di ivie i di Etto e donna cerca uomo cesena trans la ittà di T oia e la visita alt i e ti i f uttuosa dell e oe alla sua di incontro di ettore e andromaca a.

Kirk pagg. Ele a si è precipatata verso le fortificazioni o e u a pazza f. È naturalmente inconcepibile che, essendogli stato indicato con precisione dove la moglie Andromaca si trovava, Ettore possa frettolosamente passare oltre senza neppure incontrarla. Il bottino proveniente dal saccheggio di Tebe comprendeva la cetra che Achille sta suonando in 9. Della boscosa Ipoplaco reina Mi rimanea la madre.

Or mi resti tu solo, Ettore caro, Tu padre mio, tu madre, tu fratello, Tu florido marito. Abbi deh! Patroclo fu in grado di attaccare ed uccidere il incontro di ettore e andromaca Sarpedone e tanti altri nemici.

In tutto questo passo il tono di Ettore è retorico e profetico. Fiorentina Via S.

Intorno al suo cadavere combattevano i duellanti come due fiere bestie, e lo scudiero cercava di attaccare Ettore alle gambe. Il colpo all'avversario fu talmente forte da fargli perdere quasi la sanità mentale.

Glauco era infastidito dal comportamento di Ettore, che sembrava disinteressarsi della sorte dei compagni. A tali accuse l'eroe troiano ribatté, dicendogli che non aveva mai temuto una battaglia, sfidandolo a vedere se in quel giorno si sarebbe comportato da vigliacco o da eroe. L'intervento divino di Zeus ed Ares permise al troiano di combattere con le armi del nemico. Nel corso dei combattimenti, Ettore uccise Schediocapitano dei Focesifiglio di Ifitoma di fronte al contrattacco acheo retrocesse di poco.

Menelao trafisse Podeil giovane cognato di Ettore, suscitando un dolore immenso nel condottiero troiano: questa uccisione valse comunque a renderlo nuovamente agguerrito. Achille appena saputo della sorte del suo amico prima pianse, confortandosi con sua madre, e, infuriato, strinse nuova amicizia con Agamennone; infine si diresse verso il suo nemico senz'armi.

Nel frattempo l'eroe troiano era alle prese con i due Aiaci, cercando di recuperare ancora il corpo di Patroclo per più volte, ma ogni volta per timore delle armi nemiche desisteva dall'intento. L'eroe pensava che il temporeggiare era solo una tattica a favore dei più ricchi greci, infatti Troia era stanca per il continuo assedio e non aveva più sostegni economici per sfamare l'esercito.

Egli, quindi, costrinse, con la forza del braccio, i Troiani a rifugiarsi dietro alle solide mura della città, grazie anche ad Apollo, che trasformato in Agenore faceva da esca al nemico. L'unico ad essere rimasto fuori dalle mura, infine, era proprio Ettore. Prima che il nemico lo raggiungesse i genitori del troiano si disperarono, soprattutto Priamo, incontro di ettore e andromaca che il guerriero acheo potesse fare scempio del corpo senza vita del figlio.

I pensieri si rivolsero quindi alla possibile sconfitta, e ad un modo per evitarla; muginava quindi di offrirgli quanto avrebbe avuto Menelao dalla vittoria su Paride, ma sapeva che ormai era troppo tardi. Tre giri completi delle possenti mura fecero i duellanti: ad Ettore fu preclusa incontro di ettore e andromaca via dell'entrata, ma al contempo gli venne risparmiato il nugolo di incontri per sesso trieste che i Greci erano pronti a scoccare, perché rimaneva una preda di Achille.

I genitori del morto guardavano lo spettacolo e gridavano, mentre la moglie fu raggiunta dalla terribile notizia mentre attendeva fiduciosa il marito nella sua casa e gli stava preparando un bagno caldo. Decise di nuovo di effettuare dei giri con il carro attorno alla tomba dell'amico, rispettando un ritualeusanza tipica del suo popolo, [80] [81] anche se la sorte era la stessa di quella riservata ai re sacri dell'epoca.

Incontro di ettore e andromaca successivamente indette delle gare: era infatti usanza tipica dell'epoca il festeggiare con dei giochi la morte di personaggi illustri.

Swingerclub

Incontro caso di Ettore i festeggiamenti durarono nove giorni, durante i quali ci furono frastuoni orrendi al punto da far cadere dal cielo qualunque uccello volasse. Il corpo, secondo una delle tante versioni, fu seppellito per ordine di Apollo in una città greca tenuta nascosta.

Un ultimo eroe che uccise tantissimi Troiani nell' Eneide fu Turnoil re dei Rutuli e figlio di Daunoeroe italico, e della ninfa Venilia, anch'egli semidioche fece un eccidio dei compagni di Enea arrivando ad uccidere da solo ben 48 nemici. E Andromaca sentirà a quelle parole rad- doppiarsi il cordoglio andromaca il ettore di un tal uomo che potrebbe liberarla dalla schiavitù. La viva rappresentazione dell' avve- nire infelice di Andromaca segna il punto più basso dell' abbandono doloroso del cuore del- l'eroe, che, nella sua risposta, si è venuto via via sempre più accasciando sotto il tormento della sua fantasia.

Con la sua solita fiera- mente ingenua sincerità egli esalta se stesso, e poi subito respinge bruscamente la primiera odiosa visione, esclamando : Ma pria morto la terra mi ricopra incontro di ettore e andromaca io di te schiava i lai pietosi intenda. La parentesi del dolore angoscioso si è chiusa : il gesto di Et- tore si riconnette col sorriso silenzioso che gli à rischiarato il viso al primo incontro con Astianatte.

Cerco sesso al cell49 %
Incontri sesso a napoli63 %
Bacheca incontri a lecce56 %
Donna cerca uomo a levate21 %

Le lagrime e i lamenti affet- tuosi d' Andromaca avevano avuto la forza di far prendere altra via ai pensieri dell' eroe che, alla vista del figliuoletto, già obliava ogni dolore ; e ora i suoi pensieri tornano a slan- ciarsi con più ardore nel cammino interrotto. Egli ritorna ad Astianatte, e stende le mani verso di lui. E la sua paura non deriva già dalle armi in quanto tali, ma dal loro luccichio, ossia dal- l' armatura più che dalle armi, e dall' ondeg- giare del cimiero: cose innocue per se stesse, ma quelle appunto che più debbono andromaca in allarme la fantasia del bambino.

Il Monti à tradotto: dalle fiere atterrito armi paterne Cesaeotti, op. Incontri erotici trieste questo episodio del dolore lampeggiano tre sorrisi, e à ciascuno un significato e un valore diverso. Il primo sorriso, incontro di ettore e andromaca che sfiora il labbro di Ettore al andromaca veder Astianatte, incontro la naturale effusione della gioia di un padre davanti al figliuolo, al figliuolo ch'egH forse temeva di non più rivedere; e que- sto è il più semplice dei tre sorrisi.

Più com- plessi sono gU altri due ; dei quali, come ab- biamo visto, uno è ancora di Ettore, l'altro di Andromaca. Ma un altro pensiero forse lam- peggia confusamente nell'anima di Ettore e di Andromaca : l' ingenuo atto di spavento in- giustificato del bambino riafferma e rafforza in loro il sentimento della sua incolumità, e per questo inconsciamente se ne fanno lieti.

Per rassicurare Astianatte dalla fronte r intenerito eroe tosto si tolse 1' elmo, e raggiante sul terren lo pose. La bella testa di Ettore spogliata dell'elmo appare meno ter- ribile a noi, come ad Astianatte ; ma essa si irradia improvvisamente di nuova luce, assai più fulgida di quella del forbito rame dell' el- mo : quella luce a noi la ravvicina ; e noi go- diamo di vederci davanti il giovine baldo viso dell'eroe, irraggiato dal sorriso del più sereno, del più puro degli amori.

Quella bocca da cui poco fa, sul campo, uscivan minacciose grida di guerra e feroci imprecazioni contro il nemico, ora copre di caldi baci le piccole tenere membra di Astianatte. Piccolo Astia- natte, esulta : la tua vittoria è più bella di quella l'iserbata alla lancia d' Achille!

Noi godiamo nel constatare che al di sotto del duro fulgido rame del guerriero si è ser- bata pura e ardente la fiamma dell' istinto paterno : gli affetti nuovi non anno avuto la forza di soffocare nell' eroe gentile gli antichi, verso i quali ci sentiam legati d' una speciale innata tenerezza; e l' anima nostra se ne rallegra come d' una sua propria fortuna.

Vi sarà accaduto più volte di veder iNapoleone, in pitture e in- cisioni del suo tempo, rappresentato in mo- menti di affettuosa intimità coi suoi cari.

Ma in modo speciale io mi ricordo d' una inci- sione nella quale il grande conquistatore è seduto su di un sofà, tutto intento nella lettura di un sgrosso volume : sullo stesso sofà bakeka incontri italia di- steso il piccolo re di Roma e dorme posando la sua ricciuta testolina sulle ginocchia di colui eh' a tutto il mondo fé' paura.

Tali rappresentazioniincontro di ettore e andromaca, siano ispirate o no dalla realtà delle cose, rispondono sempre a una ettore istintiva necessità dell' anima nostra.

Jl padre infelice era dunque lui, lui solo, che nel dolore di Andromaca riconosceva il suo proprio dolore. Noi siamo oramai troppo avvezzi a immaginarci 1' eroe, mentre rivede al tacito morir d' un giorno inerte, le mobili tende e i percossi vaUi, e mentre tra andromaca tuono della battaglia, sente sollevarsi il grido del concitato imperio : noi siamo troppo avvezzi a immaginare questo Napoleone che diremo epico, quale il Manzoni ce lo à tramandato.

Ettore prega Giove di far si che Astianatte possa essere un giorno assai più grande e valoroso del padre suo. Questo è il sublime linguaggio dell'amor paterno. Il figlio non è un nuovo individuo, distaccato dalla sua origine : è il giovine ramo verdeggiante congiunto al tronco; e il ramo e il tronco sono una cosa sola; e il tronco inorgoglisce di potersi per mezzo del ramo innalzare al di sopra di se stesso.

Dove- vano aver l' anima ben ristretta e incapace degli slanci sublimi di certi sentimenti quei critici che anno trovato inverosimile il sacri- I. In questa improvvisa impetuosa preghiera che sgorga spontanea dal cuore dell'eroe, egli si mette in bella contradizione con se stesso e con la fosca predizione sull'avvenire d'An- dromaca.

Cosi dirassi da qualcuno; e allora tu di nuovo dolor 1' alma trafitta più viva in petto sentirai la brama di tal marito a scior le tue catene. Cara sposa, arresta le tue lagrime! Sorrise Ettore nel vederlo, e tacque. Cosi dicendo V illustre Ettore riprese V elmo guernito-di-crini-di-cavallo; e l'amata sposa tornos- sene a casa risguardando addietro e versando calde lagrime.

Incontro Astianatte vivo fresco palpitante tra le mani, egli tutto oblia; e osa di slanciare lo sguardo Udente nell' avvenire. Ma si noti: noi possiamo constatare chiara- mente come la visione dolorosa sia quella che occupa il primo andromaca nell'animo suo.

La visione dolorosa, dunque, 1 Pi. Cjisaeotti, voi. Ah annunci incontri torino bakeka chiaro si scorge che l'anima di Ettore non osa di fer- marsi abitualmente sulla seconda visione! Abbiamo detto che Ettore, nel suo paterno, potente slancio d'affetto per Astianatte, tutto in un istante oblia. Una cosa sola egli non oblia: il suo proprio destino.

Egli non assiste allo spettacolo glorioso. Il torvo occhio d'Achille e il funesto lampo della sua lancia poderosa è sempre pre- sente al pensiero di Ettore. Egli in questo epi- sodio non nomina mai Andromaca. Neppur essa, è vero, allude mai chiaramente al timore che Achille continui a sfogare nei suoi cari Y ira funesta: ma, se non lo dice, lo pensa; e questo suo pensie- ro, che vive occulto nel fondo dell'anima sua, ci fa megli'o comprendere e gustare la particolareggiata descrizione delle stragi del Pelide.

Ma, se Andromaca si ferma a ricor- dare con terrore straziante tanta furia omi- cida e ripete due volte il nome pauroso di Achille, Ettore non si lascia mai sfuggir di bocca quel nome: egli vorrebbe nascondere anche a se stesso la sua apprensione; ma, nel suo intimo pensiero, nessun altro che Achille potrà far rimanere vedova e sola An- dromaca.

E sarà certo Achille quel greco inno- minato che la trascinerà poi schiava in Argo. L'ira d'Achille non si spegnerà nel sangue versato da Ettore. Finita la preghiera, Ettore, con una sublime distrazione, consegna il bambino, non già alla nutrice, ma alla madre : Cosi dicendo, in braccio alla diletta sposa egli cesse il pargoletto; ed ella con un misto di pianti almo sorriso lo si raccolse all' odoroso seno.

Abbiamo detto che tutto l'episodio è orga- nizzato e animato da un unico concetto fon- damentale: il sentimento della fine. In questo breve andromaca denso dramma domestico è la seconda volta che Omero ci risveglia V immagine del seno materno, rocca suprema dell' infanzia, incontro, fonte purissima della vita. Quella che noi abbiamo chiamata an- cella o nutrice, aveva solo la cura di tenere in braccio il bambino durante la giornata e di vegliare al suo governo; ma l'uffizio prezioso di alimentare era riservato alla madre.

Daceer ; ma io non la trovo neh' ed. Abbiamo dato più avanti una spiegazione, che forse sarà potuta parer giusta, del sorriso di Andromaca; ma sarebbe troppo difficile ri- trovare ed enumerare ettore svariati molteplici affetti che vivono sotto questo sublime pianto- riso. Il marito la guarda, e ne sente profonda pietà ; e la conforta e 1' accarezza con la mano. L' amore di Ettore per Andromaca è profon- dissima, ma, nello stesso tempo, e forse ap- punto perchè tale, andromaca video pompini donne mature notevole carattere di casta e rispettosa purezza.

Ettore copre di baci Astianatte, ma non bacia Andromaca : r unico atto d'amore verso di lei sono queste carezze che egli le fa con la eroica sua mano. Ma quanta poesia in questo infrenato atto di amore!

Partyadressen

siti incontri brescia Verrà un giorno, lo presagisco nel cuore, verrà un giorno in cui il sacro muro di Ilio, e Priamo, e tutta la sua gente cadrà. Nessuno mi spingerà da Plutone se il momento incontro di ettore e andromaca non è ancora giunto. E nessuno al mondo, pusillanime o temerario, si sottrae al fato. Un poeta moderno avrebbe forse latto par- lare ben altrimenti la moglie d' un eroe.

Essa, pur mostrando forse qualche dolore per il pe- ricolo del suo sposo, l'avrebbe con fiere parole confortato a combattere per la salvezza della patria : per la patria essa sarebbe stata pronta a fare il glorioso sacrifizio di tutti gli altri più cari affetti, di tutte le più liete speranze.

Neil' ordinario corso dei secoli, ognuno di essi avvolge l'uomo d' uno strato di vernice che ne nasconde sempre più, via via, la vera natura. La fiera centile resta al di sotto dei molteplici infiniti strati e fa qualche volta udir l'addio di ETTORE E DI ANDROMACA incontro di ettore e andromaca il suono lontano dei suoi sordi ruggiti; e chi volesse, potrebbe forse, anche in secoli della più tarda e complicata civiltà, arrivare, scro- stando, fino a lei e scoprire lo sue vere fat- tezze; ma spesso accade che un qualche in- genuo artista creda troppo presto d'aver già fatto cadere V ultimo involucro, e levi intem- pestivo il grido di vittoria.

Al tempo d' Omero le fasce erano poche e facilmente si potevano aprire; per questo av- viene che egli ci mostri la fiera, e diciamo pur r uomo, sempre un po' più nudo di quel che, in tempi posteriori, riesca di fare anche ai più arditi paladini dell' arte.

Sforzatevi quanto vo- lete : Omero vi farà sempre stupire spingen- dosi un po' più avanti di voi. E, per tornare ad Andromaca, quanta ve- rità, quanta sincerità, quanto affetto in quel suo rimprovero!

Il sublime egoismo dell'amore ivi parla con tutta la sua selvaggia ingenuità. Solo il giorno che ella la dolorosa! E l' anima sua, illuminata improvvisamente e in- grandita dal dolore, piangerà insieme alla sua propria sciagura e a quella del suo proprio pargoletto, la sciagura dell'alta Ilio e di tutte le sue spose e di tutti i suoi pargoletti, ugual- mente travolti nella stessa memoranda rovina : Eccoti spento, o mio consorte, e spento sul fior degli anni!

Peroccbè dalla cima Ilio sovverso minerà tra poco or cbe tu giaci, tu che n'eri il custode, e gli servavi i dolci pargoletti e le pudiche spose, che tosto ai incontro di ettore e andromaca achei n'andranno strascinate in catene, ed io con esse. Andromaca rimprovera Ettore di soverchio coraggio e vuole che se ne stia in Troia e che non si esponga al pericolo supremo ; Elena invece rimprovera l'amante di viltà; ma Elena non è davvero infiammata d'un grande amore per Paride, e più d'una volta si dichiara vittima di un fatale decreto dei Numi.

Cosi dice Paride ad Ettore.

  • Xu-pàv ayouGav Tjfj-épav [jl' àva','v.
  • Ma vi è altro ancora.
  • Voglio affondare nell'acqua morta del Lete tutti i miei desiderii, tutti i miei pensieri, ma non il mio amore.
  • E nessuno al mondo, pusillanime o temerario, si sottrae al fato.
  • Da un tal punto di vista, noi saremo meglio disposti ad ammirare le so- vrane e dense bellezze di questo sublime episodio.

Ed Elena dice: Oh m' avesse, il di stesso in che la madre mi partoriva, un turbine divelta dalle sue braccia, ed alle rupi infranta, del mar nell'irate onde sommersa pria del bieco mio fallo! Ma non è soltanto la vanità che consiglia Elena a tener questo linguaggio. Spesso avviene che chi à maggiori torti verso di noi, si conduca in modo più conforme ai nostri desiderii, e riesca talvolta a conquistar forse meglio il no- stro cuore di chi, non avendo nulla da farsi perdonare, à la fiera e rude sincerità dell' in- nocenza.

Di ben sette fratelli iva superba la mia incontro di ettore e andromaca. Di questi in un sol giorno lo stesso figlio della Dea sospinse l'anime a Pluto, e li trafisse in mezzo alle mugghianti mandre incontro di ettore e andromaca alle gregge.

Il vincitore coli' altre prede qua l'addusse, e poscia per largo prezzo in libertà la pose. Ma questa pure, ahimè! Dopo rinnovato il ricordo delle proprie sciagure, Andromaca conclude, in uno slancio sublime di dolore e di affetto : Or mi resti tu solo, Ettore caro ; tu padre mio, tu madre, tu fratello tu florido marito.

Ettore, dunque, rappresenta per Andro- maca tutti i più cari affetti domestici : tutti, poiché è parte di lui Astianatte, il cui destino è indivisibilmente congiunto con quello del- l' eroe, unico difensore della piccola famiglia. La speciale condizione di questa giovine sposa che à visto trucidare tutti i suoi parenti, con- tribuisce a dar carattere di singolarità a que- sto episodio e ne accresce in modo maravi- glioso il movimento tragico. Andromaca à raccolto sopra di Ettore tutti i raggi del suo cuore.

Solo accade che, a volte, questa forza, questa energia, la quale d' ordinario si dif- fonde e divide tra più cose, più persone, più idee, si restringa e raduni su d' una cosa sola, una persona sola, un' idea sola : e allora un piccolo punto brilla di luce abbagliante in mezzo al buio pauroso dell' universo. Infelici quelle creature che dai casi della loro vita furono condotte a far convergere i raggi dei loro poveri cuori su una cosa sola, una persona sola, un' idea sola!

Le lacrime sono il loro retaggio : Andromaca lo ripete piangendo alle generazioni che s'affollano pie- tose intorno a lei. Ettore l'ascolta sino alla fine in silenzio, ma non per questo impassibile. Attraverso le parole della consorte noi riusciamo ad indovinare, a vedere tutti i moti del cuore gentile di lui, tutti i varii atteggiamenti del suo volto di sposo, di padre e di guerriero. Ettore nella sua risposta non pare faccia gran caso del pericolo che, secondo l'appas- sionata, ma poco strategica sua consorte, cor- rono le mura di Troia dalla parte del caprifico.

Da lungo tempo appresi ad esser forte, ed a volar tra' primi negli acerbi conflitti alla tutela della paterna gloria e della donna cerca uomo cervignano del friuli. Ettore è angustiato anche lui dal pensiero della sua famiglia e dei mali che le potreb- bero venire dalla sua morte; ma questo pen- siero, mentre occupa tutta l'anima di Andro- maca, che, neir ingenua veemenza del suo amore, nulla vede al di fuori del suo Ettore e del suo Astianatte, non riesce a soggiogare del tutto l'anima di Ettore, più vasta e più com- plessa.

Altri sentimenti, di ben altra natura, gliene contendono il dominio : il primo di que- sti sentimenti è la vergogna del giudizio dei Troiani e delle Troiane, s' incontro di ettore e andromaca si tenesse lon- tano dal combattimento.

Swinger

Da lungo tempo appresi ad esser forte, ed a volar tra' primi negli acerbi coDflitti alla tutela della paterna gloria e della mia. Ma quanti sono anche al nostro tempo gli eroi che sono tah, solo, solo per questi nobilissimi sentimenti?

Ettore e Andromaca

Ma, per tornare ad Ettore, diciamo che davanti alla sua coscienza non si sono nettamente delineate le ragioni vere che lo spingono ad agire; o, per esser pili precisi, diremo che queste ragioni sono più d'una, come spesso avviene in questo compli- cato labirinto dell'animo umano; ed egli le raccoglie ed espone sinceramente tutte in- sieme, nella loro cruda, ma profondamente umana e naturale contradizione.

Miserai In Argo all'insolente cenno d' una straniera tesserai le tele ; dal fonte di Messide o d' Iperea, ben ripugnante, ma dal fato astretta alla superba recherai le linfe.

Gridino pure i critici dal fondo dei loro cinquanta strati di vernice, che questa vi- sione particolareggiata è qui inopportuna ; che un eroe come Ettore non avrebbe mai dovuto disperare della salvezza della patria ; che un marito affettuoso come donna cerca uomo agrate brianza, avrebbe dovuto confortare Andromaca e non accrescere la sua disperazione.

E questa visione riesce qui piena di naturalezza. Come, da una parte, il timore di Ettore per il disprezzo dei Troiani e delle Troiane, e quel che noi dii'emmo il sentimento dell' onor militare, è più forte dell'amore per Andromaca; cosi, dall'altra, lo strazio ch'egli prova all'immaginare la sua cara consorte condotta schiava dai suoi nemici, è più forte di quello che gli produce il pensiero del do- lore dei Troiani, del dolore di Priamo, del dolore di Ecuba, e di quello di tutti i suoi fratelli che cadranno sotto il ferro nemico.

Ettore non ama soltanto Andromaca, ed Astianatte; Ettore à ancora viventi i geni- tori, i fratelli, e li ama; Ettore sente e ama la patria; ma tutti questi affetti, compreso quello della pati'ia, restano al di sotto di quello che egli sente per Andromaca sua; e il incontro di ettore e andromaca di lei gli sta più a cuore del destino di tutte le altre persone, di tutte le altre cose ch'egli ama.

Quale profonda verità di sentimenti umani in questa nobile e sincera confessione! E il dolore eh' egli sente per la sorte di Andro- o6 l' addio di KTTOKE incontro di ettore e andromaca di ANDROMACA maca non deriva già da un meschino pensiero di gelosia : questa passione eminentemente egoistica rimpiccolirebbe qui l'ahissima figura deir eroe che in questo episodio risplende di tutta la sua luce.

Ecli non si tormenta imma- ginando Andromaca tra le braccia del nemico beffardo ; ma se la figura mentre, povera schiava, attende a tesser tele e a recar acqua dallo fonti. E le fontane a cui egli pensa, non sono già fontane ideah, immagini puramente fantastiche, no, ma fontane vive e vere : quella di Iperea in Argo e quella di Messeide in Tes- saglia.

Egli le vede quelle fontane, come se fos- sero presenti; e Andromaca s'avanza reggendo sulla spalla l'anfora colma d'acqua, come l'ul- tima delle schiave, e piange dolorosamente. Questa precisione di particolari ci rivela in modo maraviglioso come il pensiero della sorte di Andromaca incontro di ettore e andromaca divenuto continuo, inces- sante nella mente di Ettore : e davanti a quello spettacolo atrocemente vivo egli sito di incontro gratuito il più acuto dolore di cui sia capace il suo gentile animo di eroe.

Non ci è bisogno d'insistere per far sentire tutta la verità di questi sentinaenti di Ettore. MACA 37 menti, poiché il cuore dell'uomo non cambia in quello che esso à di più fondamentale; o il cambiamento è cosi lento e scarso da sfug- gire alla nostra percezione.

Alena

Ma qual è quel- l'eroe che ardirebbe oggi di parlare con la stessa sincerità di Ettore? L' amor di patria, guar- dandosi continuamente allo specchio, si è cam- biato in patriottismo; e un' anima per noi non è veramente patriottica se non mette la patria al di sopra di ogni cosa.

Anche Iddio vuol es- sere amato sopra ogni cosa ; ma di queste imposizioni tiranne il cuore non si dà incontro di ettore e andromaca pensiero : ecco quel che esso ci fa sapere, quando riusciamo ad arrivare fino a lui, giù giù in fondo ai molteplici strati che oggi lo nascondono.

Sextreffen